CASATORINO CHIAMA CASAIZZO

Un bel tiro da parte di Suz. Mi chiama alle 20.10, interrompendo il mio sonnellino pomeridiano, per annunciarmi che mi vuole intervistare nella sua trasmissione – Casa Torino – su Radio Centro 95. Lui e Valletta vogliono sapere cosa ne pensano gli stranieri della nostra città. Avendo cazzeggiato in giro con Kris Krug, Robert Scales e i loro obiettivi canadesi, potevo dare qualche notizia di prima mano. Peccato che io non abbia mai parlato in radio in vita mia, e che nonostante i benevoli suggerimenti del conduttore, tra un Ben Harper e un Caparezza, abbia sentito la mia odiosissima voce filtrata dalla tecnologia radiofonica e cellulare rimbombare in stereofonia nel cervello. Una stanza più in là, Stefi si sta piegando dal ridere mentre ascolta la radio in diretta. La cosa è abbastanza indolore, dura circa cinque minuti, dopodiché possiamo rituffarci nella seconda serie di Lost. Per chi non l’avesse ancora sentita (è in giro da poco) Casa Torino è una trasmissione lunga, simpatica, torinese (importante) di sinistra (ancora più importante) con buona musica (non poteva essere altrimenti visti i soggetti coinvolti) e argomenti non banali. Non lo dico per fare la marchetta, perché il Sola è un’ottima persona e Valletta non lo conosco dal vivo ma lo sento in casa a fasi alterne dal 1991. Comunque per chi volesse deliziarsi col mio provvido intervento (con perle del tipo "Casa Izzo come Casa Torino" o simili) credo che Suz podcasterà a breve il tutto sul suo blog.

Tag: , , ,

Comments Closed

3 risposte a “CASATORINO CHIAMA CASAIZZO”

I commenti sono chiusi.