DAL PAISLEY UNDERGROUND AI WHITE STRIPES

Ma quanto mi piacciono i White Stripes? Tanto! Da quando ho ascoltato Seven Nation Army la prima volta il desiderio di ascoltare tutto l’album è stato molto forte… finalmente eccolo qua. Per quanto non possa sentirlo a pieno volume (le Note Stampa delle nuove, e già vecchie, vetture Fiat incombono su di me) posso dire cosa mi sembra. Mi sembra che dalle mie casse escano ancora una volta gli Stooges. OK, magari esagero… ma il concetto è quello. Ball and Biscuit rende l’idea. In un pezzo mi ricordano anche i Dream Syndacate, indimenticata meteora musicale che ha attraversato i miei anni ’80 (assieme agli Opal di Kendra Smith, i Green on Red e quel paisley underground che faceva tanto loner verso la fine del liceo). Un ascolto tira l’altro, insomma. Poi questo fatto di fare tutte le copertine rosse bianche e nere… mi intrigano, mi incuriosisce questo progetto stilistico che si protrae nel tempo. Almeno mi aiutano a passare il tempo che mi separa dal Motorshow di Bologna.

UN BLOG SULLA MAMMA

Di solito non passo le mie giornate ad aggirarmi nella blogosfera (mi piace usare questi termini, fa tanto Dr. Strange o Silver Surfer)… Ma devo proprio togliermi lo sfizio di citare il blog più divertente e originale nel quale sono incappato finora: quello di figliaunica. Oltre ad essere un blog a tema fisso (cosa che probabilmente giova molto alla coerenza dei post) è anche scritto molto bene! E – come tutta la letteratura che colpisce al cuore – tratta di un tema universale, che tutti possono capire e condividere… la MAMMA.

DAREI FUOCO A TUTTI GLI STUDENTI

Sono distrutto… abbiamo concluso alle 3,30 di stanotte gli ultimi tagli su questo incubo ricorrente che è La violenza in pugno (geniale sottotitolo del corto: TiGiro Torino… ma come si fa…). Ormai darei fuoco a tutti gli studenti che compaiono nel video… Ma in realtà attendo con ansia il momento della proiezione ufficiale… HO SONNO! Ah! Un’altra cosa! Su questo sito compare una foto scattata da me (selezionare "molar" e scrollare in fondo alla pagina)! Assurdo! Stefi e Maya sono ormai famose anche in Islanda :-)